Siracusa e la devozione all’Immacolata Concezione di Maria

Prima di festeggiare l’amatissima patrona Santa Lucia, a Siracusa vi è un altro culto religioso particolarmente sentito: l’Immacolata Concezione di Maria. Questa festa è un inno alla Madre di Dio e rappresenta, a tutti gli effetti, l’apertura del periodo natalizio e in generale l’inizio di una fase di “fermento” per tutta la città.

Santa Maria Immacolata si commemora a Siracusa da molti secoli infatti, come riferiscono gli storici, di notizie certe se ne hanno già dal XVII secolo.

Una delle tradizioni che (fortunatamente) è ancora in auge e, ripetuta ogni anno, è quella della “Svelatadel simulacro di Maria Santissima. Per antica tradizione, essa si svolge all’alba del 29 novembre e dà inizio alle celebrazioni in onore dell’Immacolata.

“Santa Maria Immacolata” viene particolarmente venerata dalla “Confraternita dell’Immacolatata” che, ogni anno per l’8 dicembre, accorre a festeggiarla e a portarla in Processione per le vie di Ortigia.

Si inizia, precisamente, con la cosiddetta “Atturna” (Notturna) che consiste nel giro della banda musicale per le vie di Ortigia dalle tre del mattino per terminare poco prima delle cinque. A quell’ora, inizia la funzione in chiesa con la celebrazione della S. Messa. Il tutto si svolge nel buio fino a quando, durante l’omelia, il sacerdote ripete la frase solenne e attesa da tutti: “… ed ora Maria svelaci il tuo volto!”. È a questo punto che la chiesa, gremita di fedeli, inizia ad illuminarsi mentre il velo bianco che copre il simulacro della Vergine posto sull’altare maggiore, inizia a scorrere mostrando in tutto il suo splendore la Madre di Dio.

Al termine della celebrazione, fra le grida dei devoti portatori dell’Immacolata, il Fercolo della “Madonna” viene quindi portato faticosamente a spalla dai membri della “Confraternita dell’Immacolata”, contraddistinti da un berretto celeste, venendo seguiti da numerosi fedeli per le vie di Ortigia.

Dopo i fuochi d’artificio, la processione si completa col rientro della statua della Madonna in chiesa e con un saluto commosso e partecipato da parte della cittadina.

Tutto molto toccante e sentito, tutto molto bello!!!