Un tour nei luoghi de “Il Commissario Montalbano”

La veranda di “Marinella”, dove il Commissario Montalbano trascorre maggior parte del suo tempo, sta diventando un luogo simbolo della sicilianità.

Infatti, il più famoso poliziotto d’Italia proprio nella veranda di Punta Secca, tra riflessioni, pranzi a base di pesce e cene a lume di candela con tutte le “sue donne”, fa respirare quel gusto di Sicilia che sta travolgendo il pubblico italiano e non solo.

Trascorrere un weekend tra Vigata e Montelusa, nei luoghi in cui sono ambientati gli episodi de “Il Commissario Montalbano”, è diventato un must per tutti i visitatori dell’isola. Gli stessi siciliani che, a causa di un territorio molto vasto spesso non conoscono bene tutti i territori, sono diventati assidui frequentatori di questi posti fantastici che evocano le scene della serie più amata della Tv.

La prova concreta che il Commissario c’ha messo lo zampino sta nel fatto che a partire dal 1999, da quando la serie ha preso il via, i turisti arrivano con una affluenza decisamente superiore e, chi è più bravo e fortunato, può avere l’opportunità addirittura di soggiornare nella casa di Salvo.

Magari, la mattina successiva sarà normale farsi una bella passeggiata sulla spiaggia dove il Commissario nuota tra le acque limpide di Punta Secca che, precisamente, si trova in una frazione del comune di Santa Croce Camerina vicino a Marina di Ragusa.

Il Commissariato della “fantastica” Vigata, dove lavorano Salvo e i suoi collaboratori (Mimì Augello, Carmine Fazio e Agatino Catarella) è ambientato all’interno del Municipio della barocca Scicli, un edificio dei primi del ‘900 in stile neorinascimentale.

Esiste, però, una differenza tra i luoghi riportati nella serie e i romanzi di Andrea Camilleri. Infatti, in Tv le scene sono girate nel ragusano mentre lo scrittore, nonostante utilizzi nomi di fantasia, quando parla di Vigata e Montelusa, si riferisce a Porto Empedocle e Agrigento, i luoghi natii.

Nel 2003 addirittura il comune di Porto Empedocle ha chiesto allo scrittore di poter adottare il nome di Vigata … permesso concesso!

E per chi volesse assaporare il pesce fresco e mangiare nei luoghi di Montalbano, vi segnaliamo le mitiche Osteria San Calogero e la Trattoria Al Timone “da Enzo”.

Se siete fan dei libri o della serie Tv de “Il Commissario Montalbano” non vi resta quindi che recarvi in quella parte di Sicilia e vivere un’esperienza tra magia e realtà, in un territorio che, ormai, è diventato un set a cielo aperto dove si confonde la finzione e la realtà… Ciak, si gira!