Giornate Fai di Primavera … scopri la Sicilia!

Fai - Fondo Ambiente Italiano (Facebook)

Puntuale, come ogni anno, ritornano le Giornate Fai di Primavera 2019 giunte alla loro 27ª edizione previste tra sabato 23 e domenica 24 marzo organizzate, appunto, dal FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Vediamo di seguito quali sono alcune delle sedi in Sicilia (scelte in modo sparso) di questo fantastico evento:

Santuario del SS. Crocifisso di Papardura: lungo le pendici di Enna sorge il Santuario edificato dopo il rinvenimento nel 1659 di una sacra immagine. La chiesa presenta decorazioni e stucchi di pregio e ornata da pregevoli quadri. Il luogo è normalmente chiuso al pubblico.

Teatro Vittorio Emanuele: il Teatro fu inaugurato nel 1842 e intitolato a Santa Elisabetta ma nel 1860, con l’annessione al Regno d’Italia, la denominazione fu mutata in “Vittorio Emanuele II”. Fu danneggiato dal terremoto del 1908 e, pertanto, quasi interamente ricostruito: all’interno fu ampliato ed il soffitto decorato da Renato Guttuso.

Stile Liberty a Ispica: Una passeggiata artistica lungo le strade di Ispica alla ricerca delle più significative testimonianze dello stile Liberty in città, presso palazzi nobiliari e case private.

Sortino Diruta: lungo le pendici del colle Aita sorgeva l’antico abitato di Sortino, un centro rigoglioso che prosperò fino al 1693, quando fu raso al suolo dal terremoto che colpì tutto il Val di Noto. Dopo il sisma, la nuova città fu edificata sulla piana soprastante dove tuttora esiste, ma il vecchio sito, non fu mai completamente abbandonato e presenta tutt’oggi bellezze architettoniche e paesaggistiche.

Tonnara di San Giuliano: la più antica tonnara della Sicilia occidentale, sita sul litorale nord di Trapani, in uno splendido scenario coronato dalle antiche mura, dalle isole Egadi e da tramonti spettacolari. 

Centro storico di Aragona: ad Aragona sarà possibile visitare il Museo Diocesano e la Chiesa Madre “Nostra Signora dei tre Re Magi”. La Chiesa venne edificata per vivo interesse del conte Baldassare III Naselli che, in onore al suo nome, a quello del padre e del nonno, la dedicò a Nostra Signora dei tre Re Magi. Fra i pezzi più significativi custoditi nella cripta è da ammirare il reliquiario ad urna in argento che servì per custodire la reliquia della Sacra Sindone.

Oltre questi fantastici luoghi appena menzionati, ve ne sono tantissimi altri di pregio che potrete visitare grazie a questa bellissima iniziativa delle Giornate Fai di Primavera. Per maggiori e più accurate informazioni vi invitiamo a visitare il sito www.fondoambiente.it

Non perdete l’occasione di godervi la Sicilia in pieno: con le Gionate Fai di Primavera è il momento giusto per conoscere tesori, spesso nascosti, che fanno parte della nostra bellissima terra!

Foto: https://www.facebook.com/fondoambiente/photos/a.317690495321/10161567183370322/?type=3&theater