Mandorlo in Fiore, i popoli del mondo fanno festa ad Agrigento

Dal 4 al 12 marzo si terrà ad Agrigento la 72° Edizione della Festa del Mandorlo in Fiore, un grande Festival che propone esibizioni di gruppi folk, la fiaccolata serale, spettacoli di musica e tante degustazioni tipiche siciliane.

La manifestazione comincia con un bel giro, al tramonto, nella Valle dei Templi e prosegue con l’accensione della fiaccola dell’amicizia davanti al tempio della Concordia. L’avvenimento più importante, in questi giorni di festa, si svolge alla chiusura quando i gruppi folkloristici sfilano con i carretti siciliani e le bande musicali dalla città verso la Valle dei Templi. La chiusura della festa vera e propria si ha ai piedi del tempio della Concordia, davanti al tempio di Ercole, in mezzo ad un mare di colori ed enfasi popolare.

Ogni anno vengono organizzate tante iniziative collaterali, come ad esempio “miss primavera”, che premia la ragazza più bella tra i vari gruppi e il “balcone fiorito più bello della Via Atenea” la via principale di Agrigento. Un altro trofeo, il “Criscenzo”, viene consegnato durante il Festival dei Bambini del Mondo. Nel periodo in cui si svolge la sagra, vengono realizzate anche delle mostre e delle degustazioni della mandorla con lo scopo di promuovere questo prodotto tipico siciliano.

La Sagra del Mandorlo in Fiore nacque nel 1934 a Naro e lo scopo era quello di esaltare la primavera agrigentina promuovendo la commercializzazione di alcuni prodotti tipici siciliani. Agrigento adottò molto volentieri questa festa che offriva la possibilità di esaltare le bellezze naturali e archeologiche della città. Ogni anno la Valle dei Templi, ricoperta da un meraviglioso manto fiorito di alberi di mandorli, è uno scenario incantevole che raccoglie vari gruppi folcloristici provenienti da varie parti del mondo, che allieteranno con danze e melodie tradizionali.

Mentre i popoli del mondo non fanno altro che trovare elementi di divisione, ad Agrigento, la Festa del Mandorlo in Fiore consente di stare tutti insieme nel rispetto delle proprie tradizioni ed unicità.