Mazzarino e il racconto del barocco nisseno

Nel nisseno si trova un luogo particolarmente bello tutto da scoprire: Mazzarino !

Mazzarino è un comune di oltre 12mila abitanti che sorge a 533 metri s.l.m., su una collina nell’entroterra della piana di Gela, di cui dista 32 km e 44 km dal capoluogo Caltanissetta.

L’origine del nome Mazzarino proviene da “Mazzara“, una deformazione dell’antico toponimo “Maktorium“, precisamente un centro indigeno ellenizzato e che è stato identificato grazie ai resti archeologici rinvenuti nei pressi di Monte Bubbonia. L’attuale centro, invece, si formò in epoca medievale attorno ad un castello di origine araba, del quale oggi si trovano solo pochi resti.

Mazzarino è considerata una perla del barocco siciliano nel contesto del territorio nisseno grazie alla bellezza delle sue chiese e non solo.

Tra le tante cose da vedere ricordiamo il Castello, noto come “u Cannuni”, con l’unica torre cilindrica rimasta in piedi che ha origine romano-bizantina ed è stato set della famosa serie televisiva La piovra.

Da vedere anche Palazzo Alberti, uno degli edifici di maggiore valore architettonico, ma anche il Convento dei Padri Carmelitani e la Chiesa di Santa Maria del Monte Carmelo che sorgono sulla piazza centrale della città. Altro sito di suggestiva bellezza è la Chiesa di Sant’Ignazio con annesso il Collegio dei Gesuiti: la chiesa è stata restaurata recentemente ed ha un bellissimo organo privo di canne del 1734.

Inoltre, tra i tanti luoghi di culto di indubbio spessore artistico, si possono ammirare la Chiesa di Santa Maria della Neve, la Chiesa dei Padri Cappuccini, la Chiesa della Madonna del Mazzaro patrona della città che si festeggia nel mese di settembre.

Mazzarino non lascia il turista senza una meta da visitare ed è una bella esperienza da vivere, fortemente consigliata: una tra le location più suggestive della Sicilia centrale!