Pasqua a Barcellona … Passione, Varette e Unità!

processione varette effems

Barcellona Pozzo di Gotto è una importante città del messinese che con le manifestazioni della cosiddetta “Sumana Santa”, non commemora solo il sacrificio di Gesù Cristo morto in croce, ma anche l’identità della sua stessa comunità!

Infatti, fu l’unione amministrativa delle due collettività di “Barcellona” e “Pozzo di Gotto” a costituire l’attuale comune del Longano e, quindi, proprio in occasione della manifestazioni pasquali si cercò, da un lato, di trovare un modo per lasciare spazio alle singole tradizioni e, dall’altro, si diede un segno di forte unione delle due comunità con un unico rito.

Fu così che le processioni delle “Varette”, tipiche sculture ispirate a opere d’arte che rappresentano le stazioni della Via Crucis (presenti in ambedue le arcipreture) cominciarono ad essere portate in processione ognuno dalla propria parte per poi riunirsi in un definitivo incontro.

Andiamo nel dettaglio. La processione di Pozzo di Gotto (risalente al 1621) con il solo Ecce Homo, parte dal Duomo di Santa Maria Assunta dove confluiscono tutte le altre “Varette” custodite da quella parte di città. L’Urna col Cristo morto è accompagnata dai “Giudei” che, in realtà, rappresentano dei soldati romani che indossano elmi con penne di pavone.

Le “Varette” di Barcellona, invece, partiranno dalla chiesa di San Giovanni dove si raduneranno anche quelle provenienti dalle altre chiese. Anche in questo caso, l’Urna del Cristo morto è accompagnata dai “Giudei”, senza elmi con pavone ma con un semplice pennacchio.

Le due processioni procedono con sottofondo un canto polivocale chiamato “Visilla” e si incontrano in serata sul torrente Longano proprio per indicare l’unione delle due comunità.

Raccontarlo produce solo una piccola emozione …. viverlo di persona, vi assicuriamo, fa comprendere il valore di una collettività intera !!!