Riaperta a Tusa la storica gelateria Di Noto!

foto SiV
foto SiV

A Tusa, comune siciliano a confine tra la provincia di Messina e Palermo, ha riaperto i battenti la storica gelateria del Maestro Gelatiere Pietro Di Noto ma, anche, “inventore e visionario” che partendo proprio dal centro nebroideo è arrivato all’attenzione del grande pubblico e premiato, addirittura, con tre stelle al Taste Awards di Bruxelles per il suo gelato alla zagara siciliana.

La sua esperienza di imprenditore di successo l’aveva già portato a fare affari in tutto il mondo ma, dopo le apparizioni televisive in vari programmi RAI (tra cui la Prova del Cuoco di Antonella Clerici) è riuscito a creare attorno a sé una ondata di popolarità ed interesse diventando un personaggio pubblico.

La più grande capacità di Pietro Di Noto, oltre alla sua naturale indole comunicativa, è quella di essere capace a portare avanti la tradizione del gelato siciliano unita all’innovazione delle sue idee “rivoluzionarie” in ambito di refrigerazione.

Tale connubio ha determinato delle idee geniali!

Di Noto è, infatti, autore di numerosi brevetti come il Brikone, per la realizzazione di ottimi gelati senza l’utilizzo di macchinari, il Box Gelina, per il trasporto di congelati a bassissime temperature e, per ultimo in ordine di tempo, Ice Gelina che verrà presentato alla stampa nei prossimi giorni.

Tra le tante innovazioni di Pietro Di Noto, si ricordano pure dei nuovi gusti di gelato e granita che hanno preso il grande pubblico: infatti, assieme ai gusti tradizionali realizzati con ingredienti naturali a “kilometro zero”, come le granite ai gelsi, alle more e il gelato al cioccolato fondente, si sono aggiunti anche il gelato digestivo e la granita all’acqua di mare di Tusa!

Di Noto, inoltre, è titolare di più di 50 gelaterie in Italia e nel mondo, alcune gestite direttamente, altre associate e, sicuramente, ha una mente vulcanica in continuo divenire e sempre pronto a qualche nuova e brillante idea.

Il suo motto è: “Ho appena iniziato …” frase che sta a significare che ancora ha tanti progetti in cantiere e che solo il tempo gli consentirà di realizzarle tutte.

Con questa riapertura, il vulcanico Pietro Di Noto, nonostante il successo acquisito, dimostra che non si è dimenticato della sua terra, della sua amata Tusa, che continua a considerare ” … il luogo più bello al mondo, unico per trovare le energie per nuove e brillanti idee che possano essere d’aiuto per tutti perché, quando il successo di un uomo è condiviso con la collettività, allora vale almeno il doppio!”

Tenacia, impegno, genialità ma, soprattutto, amore per la sua Sicilia … sempre in giro in Italia e per il mondo ma con un occhio di riguardo alla sua terra.

Complimenti Pietro, siamo già pronti per la tua prossima battaglia che, in fondo, sarà anche la nostra … noi continuiamo a fare il tifo per te !!!