Ritorna al Medio Evo, visita Montalbano Elicona!

Montalbano Elicona è un comune dei Nebrodi orientali, sita nella parte finale della catena montuosa, proprio a confine con la pianura barcellonese e la Valle del Mela. Ha una popolazione di 2.485 abitanti ed è amministrativamente connessa alla Città metropolitana di Messina.

La cittadina fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia ed è stata  proclamata Borgo dei borghi 2015 nel programma di Rai 3 ‘Alle Falde del Kilimangiaro’.

Montalbano è costituita, sostanzialmente, da due zone: una più recente e l’altra, invece, che corrisponde alla parte antica dell’abitato, dove erge il monumentale castello che fu residenza estiva di re Federico II di Aragona.

Quello che risalta facilmente all’attenzione del visitatore è come la parte antica del borgo sia conservata perfettamente e, passeggiando per le vie dell’abitato, sembra realmente di immergersi in un’epoca passata, di fare un salto nel Medioevo.

All’infuori del sopracitato Castello, vi sono altre strutture di alto pregio artistico come la Basilica di Maria Assunta in cielo (il Duomo) con le sue tante opere, in particolare quelle del Gagini.

Tutta questa bellezza storica, si coniuga con un territorio mozzafiato e con una tradizione enogastronomica di grande pregio che rendono Montalbano un luogo da visitare per più aspetti.

Ma ancora non è finita! Per ultimo abbiamo lasciato il racconto di un mistero che risiederebbe nella pianura dell’Argimusco, un altopiano in prossimità del confine tra Montalbano Elicona, Tripi e Roccella Valdemone (dove sorgeva il sito dell’antica Abacaenum) che, innanzitutto, è un luogo panoramico senza eguali: girando su se stessi, infatti, si possono ammirare nitidamente l’Etna, le isole Eolie, capo Tindari, capo Calavà e capo Milazzo.

In questa zona sorgono numerosi roccioni di arenaria quarzosa modellati in forma curiosa e suggestiva. La tradizione popolare ha identificato questi megaliti con l’opera di popolazioni preistoriche mentre, gli archeologi, propendono piuttosto per l’origine assolutamente naturale di queste forme dovute all’erosione. Tanti gli studi a riguardo che appassionano molti ricercatori da ogni parte del mondo creando una notevole suggestione a visitatori e turisti.

Nell’intento di valorizzare il luogo e diffonderne la conoscenza di tali megaliti ogni anno viene organizzato, in occasione del solstizio d’estate, un evento che lega lo spessore del paesaggio, il sito archeologica e le stelle. Di recente, tra gli ospiti d’onore vi è stato anche Franco Battiato.

Montalbano Elicona, un gioiello siciliano da visitare e gustare al meglio !!!