Sicilia, la prima in Italia per Turismo Enogastronomico

Che la Sicilia fosse una terra dove il cibo ha un sapore speciale, ricca di materie prime spesso spontanee ed autoctone, con piatti e bevande conosciuti in tutto il mondo, certo non era una novità.

Ma una cosa è pensarlo, una cosa è saperlo per certo con tanto di statistiche e numeri chiari. Infatti, non parliamo più di impressioni, qui abbiamo dati concreti che non ci lasciano scampo a fraintendimenti.

Secondo il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano per l’anno 2019, presentato al Bit di Milano, il 15% degli italiani ha definito la Sicilia la regione più desiderata per il turismo enogastronomico. Subito dietro si trovano la Toscana (al 14 per cento) e l’Emilia Romagna (all’11 per cento) che, storicamente, sono regioni ben organizzate e ricche di prodotti validi.

Per quanto riguarda, invece, le città più apprezzate per l’offerta enogastronomica, Palermo si classifica in quinta posizione col suo Street Food sempre più amato dal grande pubblico.

La Sicilia dunque affascina non solo per il mare e l’arte millenaria ma, anche, grazie a un’ampia offerta di eccellenze enogastronomiche: per la precisione sono 33 i prodotti agroalimentari a Indicazione Geografica e 31 i vini a Denominazione.

Fra i prodotti tipici della Sicilia più conosciuti dagli italiani, troviamo i Cannoli (18 per cento) seguono gli Arancini (13 per cento) e, chiude il podio, la Cassata (9 per cento).

Che la Trinacria sia sempre di più terra attenta alle esigenze di chi ama l’enogastronomia sta, ancora una volta, nei numeri: nell’anno in corso, 36 ristoranti si posizioneranno nella Fascia di Eccellenza mentre, dal punto di vista dell’accoglienza turistica, la Sicilia offre 858 aziende agrituristiche e il 39 per cento dei tour operator stranieri propongono (e vendono) esclusivamente pacchetti enogastronomici in Sicilia.

Dopo tutti questi dati, riteniamo che non ci possano essere dubbi: la Sicilia è, sicuramente, terra di turisti enogastronomici ! E noi, siciliani doc, dopo tutto questo parlare di cibo, non possiamo fare altro che gustarci qualche prelibatezza nostrana.

Buon Appetito!